Gestione e controllo carichi

Tipologia impianto: ,

Gestione e controllo carichi

Attraverso la collaborazione con Zanocco sas (che ha cablato i quadri e il bordo macchina) sono stati realizzati gli schemi elettrici e il software di gestione di un impianto che si occupa di rilevare e monitorare gli assorbimenti di una serie di quadri macchine installate nello stabilimento di un’importante multinazionale della zona. Nel caso il complessivo dei consumi risultasse troppo alto, al fine di evitare sganci delle cabine di media tensione con conseguenti disguidi, il sistema provvede,  in maniera automatica e seguendo un’adeguata scala di priorità, a spegnere una o più di queste macchine in maniera da riportare l’assorbimento totale a livelli consoni. Per la gestione del sistema in questione si è optato per l’utilizzo, nel quadro principale, di una CPU della serie S7-300 equipaggiata con adeguate schede di ingressi e uscite analogiche e digitali. Le schede analogiche sono necessarie per la lettura dei valori di corrente dei vari quadri elettrici soggetti al controllo; tali valori sono acquisiti da appositi convertitori della Wago che provvedono a trasformare la lettura di corrente proveniente dai trasformatori amperometrici dislocati nei vari quadri in segnali analogici 4-20mA. I convertitori in questione sono stati scelti per la grande velocità di elaborazione dei segnali, che in applicazioni del genere risulta fondamentale. Per garantire la completa funzionalità del sistema in qualsiasi condizione si è dotato il quadro di un gruppo batterie + carica batterie che provvede a mantenere l’alimentazione del PLC in caso di mancanza tensione da rete. Lo sgancio dei carichi viene realizzato attraverso semplici relè di interfaccia. Dal momento che sono presenti un gran numero di tensioni interconnesse si è deciso di segregare opportunamente la parte di quadro interessata. Il pannello operatore attraverso cui è possibile governare il sistema si trova in un piccolo quadro decentrato ed è un Siemens TP1200 Comfort dotato di comunicazione in Profinet. In un ulteriore quadro decentrato si trova uno slave della serie ET200S, comunicante in Profinet con l’unità centrale, che provvederà a comandare una serie di segnalazioni di tele distacco avvenuto dislocate in giro per lo stabilimento. Anche questo slave viene mantenuto acceso in casa di mancanza di tensione di rete da un gruppo batterie.


 

Cliente:

Importante multinazionale

Tipologia di impianto:

Automazione

Anno:

2016


Specifiche

Quadro di gestione e controllo carichi

 

In collaborazione con:


Galleria immagini

Download documenti